PuntoCR - home [salta il menu di navigazione]

  Ricerca avanzata
Bookmark and Share
   Mi voglio registrare.   A A A   
Cucina

Free Software

Viaggi

Partecipa

UtilitÓ



PuntoCR - Ricette


Schiacce morbide alle patate


Ingredienti per circa 12 schiacce
500 gr di farina 00
mezza bustina di lievito o mezzo cubetto
1 cucc.no zucchero
2 cucc.ni sale
1 cucc. olio EVO
1 patata (circa 150 gr)
acqua tiepida

Preparazione
Lessare la patata con la buccia, farla raffreddare.
Versare nel mixer la farina, versarvi sopra il sale e l'olio e la patata schiacciata con lo schiacciapatate.
Azionare il mixre per far mescolare molto bene il tutto.
Nel frattempo sciogliere il lievito (in bustina) in 200 ml di acqua tiepida con lo zucchero e quando ha fatto abbondante schiuma versare tutto nel mixer. Se usate il cubetto sbriciolatelo direttamente nel mixer, versare l'acqua e lo zucchero.
Azionare il mixer a velocità minima per iniziare l'impasto.
Aggiungere acqua a filo (circa 50 ml) per raggiungere una consistenza morbida.
Trasperire sul piano di lavoro ed impastare con delicatezza . Il risultato sarà una pasta morbida (un pò più morbida di quella della focaccia) un pò appiccicosa ma sufficientemente liscia da formare una palla omogenea che si stacca bene dal tavolo. Se fosse troppo umida (a seconda della patata che si usa) aggiungere un velo di farina.
Far riposare in una grossa ciolola leggermente unta coperta con un canovaccio per circa 2 ore.
Riprendere la pasta ben gonfiata e ricavare tante palline di circa 70 gr l'una.
Sul piano infarinato appiattire le palline prima con le mani e poi con il matterello ripiegando la pasta su se stessa per due o tre volte. Ricavare dei dischetti spessi non più di mezzo centimetro.
Lasciarli sul piano di lavoro coperti per una mezz'ora.
Scaldare una piastra di ghisa (bene quella per fare le piadine).
Quando è ben calda appoggiarvi un disco di pasta. Cuocerlo circa un minuto e mezzo, girarlo e completare la cottura per altrettanto tempo. Se si formano in cottura delle bolle schiacciare i dischetti con una paletta per sgonfiarli.
Man mano che sono pronti metterli in un cestino foderato con un tovagliolo di cotone.
Si mangiano appena fatti ancora tiepidi o freddi con quello che volete!




inserita: Monica
Letture: 2909


 

Privacy policy


Supportaci Crediti W3C CSS 2.0W3C XHTML 1.0Sottoscrivi RSS
  Questo sito utilizza la Creative Commons License
realizzato da SoftRiz